ISOLA DI GORGONA
Un penitenziario immerso nel Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano


isola di Gorgona


Morfologia


gorggorgA 37 km dalla costa livornese l'isola di Gorgona è la minore del comprensorio del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, cui fanno parte anche Capraia, Pianosa, Elba, Giglio, Giannutri e Montecristo.

L'isola è interamente montuosa e gli unici punti di attracco sono dal versante orientale con Cala di Scalo e Cala Scirocco.


gorgÈ raggiungibile da Livorno in un'ora e mezzo col traghetto della Toremar.
Le visite sono organizzate della Cooperativa Parco Naturale "Isola di Gorgona" autorizzata dal Ministero di Grazia e Giustizia. (C.so Mazzini, 44 - 57100 Livorno tel. e fax 0586/899760)




Natura


gorgLa vegetazione, che copre quasi il 90% dell'isola presenta è di tipo mediterraneo, con aree boschive, e moltissime specie floristiche.

A causa dell'interdizione alla navigazione per navi e naviglio da diporto il mare che circonda l'isola è particolarmente pulito ed ospita moltissime specie ittiche come aragoste, cernie, lupicanti e dentici, che qui hanno trovato il loro ambiente ideale.









Una Colonia Penale ad indirizzo agricolo-zootecnico


detenuti gorgonaulivi gorgonaGorgona è attualmente sede di una colonia penale, realizzata come succursale di quella di Pianosa nel 1869.  La reclusione in questo penitenziario rappresenta sotto certi aspetti uno stato di privilegio in quanto tutti gli "ospiti" hanno la possibilità di lavorare e di percepire uno stipendio.

Le attività riguardano l'agricoltura, allevamento di tutte le specie domestiche, un impianto di acquacoltura, la produzione e la trasformazione dei prodotti di origine animale e vegetale (latte, formaggi, carne, salumi, uova, ortaggi, mie le, vino, olio,e cc.). Gli animali sono curati con la medicina omeopatica e questo ha comportato tutta una serie di vantaggi sia di tipo clinico che economico, ambientale (assenza di residui chimici) e relazionale (contatti e scambi con persone e aziende).

Molte altre attività  sono svolte per garantire la gestione dell'isola e la manutenzione di strutture e impianti (falegnameria, impiantistica elettrica e idraulica, officina meccanica, panificio, ecc.). La qualità della vita sull'isola è molto alta e Gorgona rappresenta una delle realtà detentive più significative e interessanti a livello nazionale.

formaggio gorgonacolonia penaleNel corso degli anni l'isola è stata visitata da migliaia di persone che, oltre a vedere gli straordinari aspetti naturalistici, hanno anche potuto verificare l'importanza del lavoro con gli elementi naturali (piante e animali).





Ogni settimana un veterinario (Dr. Marco Verdone) e un agronomo (Dr. Francesco Presti) visitano regolarmente l'azienda e seguono insieme agli agenti di polizia penitenziaria il lavoro dei detenuti con animali e piante.

gorgona vacche

Le foto sono state scattate da Marco Verdone, veterinario dell'isola, che ne detiene il copyright.
Le stesse possono essere usate previo citazione della fonte dell'autore Info: info@ondamica.it.


Isola di Gorgona vista dall'alto


Usa i comandi per zommare o spostarsi all'interno della mappa. Clicca sulle foto per ingrandirle.




Vedi anche

Marco Verdone
MARCO VERDONE: IL RESPIRO DI GORGONA
Gorgona, punta nord dell’Arcipelago Toscano, è due volte isola: isola geografica e isola carcere. Gorgona è rimasta l’ultima isola-carcere italiana dove i detenuti lavorano e sono impiegati nella cura degli animali. Le storie e riflessioni qui raccolte aprono una finestra su un mondo poco accessibile e valorizzano l’esperienza di quest’isola che, oltre a essere di straordinaria bellezza, offre una carcerazione di alta qualità. Se dal carcere devono uscire persone rigenerate, Gorgona sicuramente ha le caratteristiche per soddisfare questo compito.
Questo libro vuole essere anche un tributo verso gli animali, curati con la medicina omeopatica, che in silenzio e con sacrificio aiutano tutti noi a essere migliori.  

Scheda Libro. Info:pagine 160, prezzo 12 euro - Libreria Editrice Fiorentina tel. 055 214117 - ufficiostampa@lef.firenze.it - www.lef.firenze.it