ANGIOLO via dell'

ANGIOLO via dell'
da Via Grande a Via degli Avvalorati

Cenni storici
I
l nome si riferiva all'osteria dell'Angelo che a sua volta prendeva forse nome dall'omonima moneta. Prima del 1784 la strada era divisa in cinque parti che si chiamavano: via dell'Angiolo (fra via Grande e via delle Galere), via del Frascato (dal nome di una locanda, prima si chiaṃ via del Sottile; fra via delle Galere e via della Posta), via dei Bacchettoni (fra via della Posta e via dell'Orto), via degli Scalpellini (fra via dell'Orto e il ponte della Fortezza Nuova), via della Fortezza Nuova (ma anche via dell'Olmo, prima del 1784 e in seguito via della Pescheria nuova; fra il ponte e gli scali del Vescovato). Nel 1784 tutte e cinque le parti vennero riunite sotto la denominazione di via dell'Angiolo, nel 1964 scomparve il quarto tratto con la realizzazione della via degli Avvalorati, mentre il quinto tratto nel 1970 venne rinominano via Monsignor Filippo Ganucci. Bacchettoni era il nome di una congregazione religiosa, la Compagnia delle Stimmate di San Francesco, detta dei "van chetoni" o "Bacchettoni", che in questa strada aveva una chiesa.
Tratto da Wikipedia l'enciclopedia libera: wikipedia Stradario di Livorno