CARDUCCI viale Giosuè

CARDUCCI viale Giosuè
da Piazza del Cisternone a Piazza Dante

Cenni storici
D
etta in origine strada o via dei Condotti, seguiva il pecorso delle condutture sotterranee dell'acquedotto costruito nel 1606 e proveniente dalla località di Limone. Fino a circa il 1826 la strada dei Condotti percorreva le attuali via Sant'Andrea, viale Carducci, via dell'Olmo, via Tripoli e l'attuale via dei Condotti vecchi (dietro la ferrovia). Fu realizzata nel 1826 con la costruzione dell'acquedotto di Colognole e prese nome di strada dei Condotti nuovi fino all'attuale piazza Dante (compresa anche via De Larderel) e viale degli Acquedotti fino alla via delle Sorgenti. La strada venne divisa dalle nuove mura nel 1835 all'altezza degli attuali viali Nievo e Alfieri, dove fu aperta la Porta Vittorio Emanuele (demolita nel 1912). Nel 1902 il tratto dalla piazza del Cisternone alla barriera Vittorio Emanuele fu chiamato viale Emilio Zola fino al 1927, quando ebbe il nome attuale, mentre il tratto fra la barriera Vittorio Emanuele e piazza Dante si chiamò per breve tempo via Gaetano Poggiali dal 2 maggio 1911.  
Tratto da Wikipedia l'enciclopedia libera: wikipedia Stradario di Livorno